La conta dei cho

06 | 09 | 2021
Non aver paura di sbagliare,
nemmeno la conta dei carboidrati.
Perché si sa, nessuno nasce “imparato”.
E allora ci si informa, si fanno corsi, si cerca una nutrizionista, si parla con la diabetologa.
Ma come si fa la conta dei carboidrati?
Come si capisce quanta insulina fare ad ogni pasto?
Come ci si regola?
Qui ci aiutano le parole della dottoressa Alessia Alfarano.
Per poter fare correttamente la conta dei carboidrati occorre prima di TUTTO
  • CONOSCERE le basi di una corretta alimentazione:
  • QUALI SONO I MACRONUTRIENTI: carboidrati, proteine e grassi.
  • CONOSCERE il proprio rapporto insulina/carboidrati ( che vi comunicherà il diabetologo dopo aver analizzato insieme a voi l’andamento delle glicemie pre e post prandiali o che avrete ricavato da soli dopo una lunga serie di prove)
Come si decide la dose di un bolo prandiale?
Gli elementi utili alla definizione del dosaggio di insulina per il bolo prandiale sono quattro:
1- Glicemia misurata
2-Carboidrati da consumare
3- Insulina residua attiva
4- Da ognuno di essi si deriva una “porzione” del calcolo finale, realizzato quindi grazie alla somma di tutte queste “porzioni”.
Vi interesserebbe un piccolo corso per la conta dei cho?
Nel frattempo, trovate delle pillole informative nelle slide.
Non aver paura di sbagliare, perché è anche attraverso l’umano errore che impariamo a gestire la glicemia.
Ricordandoci però che la nostra sfera emotiva è un coefficiente molto importante nella gestione quotidiana.
Impariamo a contare,
Ma anche ad ascoltare il nostro corpo.
Lui ci racconta tutto.
Impariamo a dargli voce.
.
Progetto con @storiesenzatrama
Fotografie storiesenzatrama
Testo slide Alessia Alfarano Nutrizionista

Ri-parti da qui: chiedi il tuo kit educazionale gratuito!

Come fare l’iniezione è importante tanto quanto fare l’iniezione stessa. Anche se potrebbe sembrare difficile e complicato, basta seguire poche semplici regole per un’esperienza iniettiva semplice ed efficace. Richiedi qui il kit gratuito!